ECC-Net versione italianaECC-Net EnglishEcc-Net De

I diritti dei passeggeri, questi sconosciuti: la Commissione UE pubblica i risultati del sondaggio Eurobarometro

iStock 926061728Solo il 43% dei cittadini dell’UE che negli ultimi dodici mesi hanno viaggiato in aereo, treno, autobus o nave è consapevole che la normativa europea attribuisce determinati diritti ai passeggeri; è questo il risultato di un sondaggio Eurobarometro, condotto tra il 19 febbraio e il 4 marzo 2019 su un campione di 27 973 cittadini europei.

Dallo studio è emerso che:

  • il 32% degli intervistati è consapevole dell’esistenza di normative a tutela dei passeggeri, ma solo una percentuale alquanto bassa ha conoscenze specifiche per quanto riguarda i diritti riconosciutigli quando viaggiano in aereo (14%), quando viaggiano in treno (8%) quando viaggiano in autobus (5%) o quando viaggiano in nave o traghetto (3%).
  • Gli obblighi informativi in capo ai vettori risultano ancora disattesi in quanto solo il 40% dei passeggeri aerei ritiene di essere stato adeguatamente informato dalla compagnia sui propri diritti prima del viaggio e la percentuale scende al 29% nel trasporto marittimo e al 26% sia nel trasporto ferroviario che in quello su strada.
  • Il 53% dei passeggeri che, nel corso degli ultimi dodici mesi ha subito un disservizio nel trasporto aereo, ha dichiarato di aver ricevuto assistenza dalla compagnia, indipendentemente dalla presentazione di un reclamo; la medesima affermazione proviene dal 43% nel settore del trasporto ferroviario e dal 38% nell’ambito del trasporto via mare.
  • Solo il 37% di quanti hanno subito un disservizio si dichiara inoltre soddisfatto delle modalità con cui il vettore ha comunicato i mezzi attraverso cui presentare un reclamo.
  • Confortante è il dato relativo ai passeggeri con disabilità o a mobilità ridotta, l’81% dei quali si dichiara soddisfatto dell’assistenza ricevuta.

I consumatori europei non sembrano dunque ancora adeguatamente informati circa i loro diritti e nel momento in cui si trovano a dover far valere le tutele che la normativa europea attribuisce loro, incontrano ancora non trascurabili difficoltà: tali evidenze trovano riscontro anche nei dati registrati dal Centro Europeo Consumatori Italia nel 2019. Circa un quinto delle quasi seimila richieste di informazioni ricevute hanno riguardato proprio il settore dei trasporti, così come oltre il 20% dei reclami gestiti.

"L'Unione europea è l'unica regione al mondo in cui i cittadini sono completamente tutelati da un insieme di diritti dei passeggeri. È necessaria però una migliore conoscenza di tali diritti, che dovrebbero anche essere più facilmente comprensibili e applicabili. Le nostre norme dovrebbero inoltre garantire una maggiore certezza del diritto per i passeggeri e per il settore. Per questi motivi la Commissione ha proposto di modernizzare i diritti dei passeggeri nel trasporto aereo e nel trasporto ferroviario. Spetta ora al Consiglio e al Parlamento europeo giungere rapidamente a un accordo per garantire che chi viaggia all'interno dell'UE goda di una protezione efficace." Con queste parole la Commissaria per i trasporti Adina Vălean ha commentato i risultati del sondaggio, dal quale, nel complesso, emerge che, sebbene gli strumenti di tutela siano efficaci e numerosi, è necessario compiere ulteriori azioni al fine di incrementare la consapevolezza della loro esistenza e disponibilità. La Commissione, a tal fine, rende noto di aver già intensificato gli sforzi per migliorare la chiarezza e la conoscenza dei diritti dei passeggeri, in particolar modo attraverso proposte legislative nell’ambito del trasporto ferroviario ed aereo, attraverso orientamenti interpretativi e comunicazioni periodiche sulla giurisprudenza in materia.

I report completo è disponibile qui ,mentre per informazioni sui diritti nel trasporto aereo, ferroviario, in autobus o via mare è possibile rivolgersi al Centro Europeo Consumatori Italia e consultare e scaricare le numerose pubblicazioni a riguardo.

 

 

 

Seguici su


euministero sviluppo economicoProv Bolzano

 

 

Your Europe 


Adiconsum - Associazione Difesa Consumatori dal 1987Verbraucherzentrale Südtirol

© 2021 ECC-NET Centro Europeo Consumatori Italia