Cerca
Close this search box.
  • Home
  • News
  • INDAGINE SETTORIALE DELLA COMMISSIONE EUROPEA SUL COMMERCIO ELETTRONICO
7 Maggio 2015

INDAGINE SETTORIALE DELLA COMMISSIONE EUROPEA SUL COMMERCIO ELETTRONICO

Consulenza ed assistenza per i consumatori in Europa

eu law

eu lawIntegrerà le sedici azioni previste dalla strategia per il mercato unico digitale, adottata lo scorso 6 maggio, l’indagine antitrust avviata dalla Commissione Europea nel settore del commercio elettronico.

Sono 315 milioni gli Europei che usano internet tutti i giorni e nonostante sempre più beni e servizi vengono commercializzati via internet solo il 15%  acquista online da un Paese dell’UE diverso dal proprio. Molte sono le ragioni che probabilmente impediscono il decollo del commercio elettronico transfrontaliero come le barriere linguistiche, le preferenze dei consumatori e le differenze normative tra Stati. Ma il sospetto della Commissione Europea è che siano le stesse imprese a frapporre ulteriori ostacoli alla realizzazione di un ecosistema digitale equo attraverso l’adozione di pratiche commerciali restrittive come quella di impedire ai dettaglianti, negli accordi di distribuzione, di vendere beni e servizi acquistati on line o a livello transfrontaliero a clienti oltre frontiera.

L’indagine, che verrà svolta nei comparti in cui il commercio elettronico è più diffuso, quali l’elettronica, l’abbigliamento e le calzature o i contenuti digitali, raccoglierà informazioni per comprendere la natura, la diffusione e l’incidenza degli ostacoli creati dalle imprese nei confronti degli scambi transfrontalieri online di beni e servizi  e potrà contribuire ad una applicazione più efficace del diritto della concorrenza.

Verranno contattati, tra gli altri, i produttori, i distributori all’ingrosso e venditori al dettaglio che, ai sensi della normativa antitrust dell’ UE saranno tenuti non solo a fornire le informazioni richieste dalla Commissione ma, se del caso, anche a produrre documenti e dichiarazioni.

Margrethe Vestager, Commissaria europea responsabile della politica di concorrenza, ha dichiarato “Se dovesse risultare che tali ostacoli hanno effetti anticoncorrenziali, non esiteremo a prendere misure in base alla normativa antitrust dell’UE.”

 

 

Hai trovato utili queste informazioni?
Aiutaci a condividerle

Facebook
X
LinkedIn
Email
My Agile Privacy
Per offrirti la migliore esperienza di navigazione e per scopi statistici, ECC-Net Italia utilizza tecnologie come i cookie. Cliccando su "Accetta" acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.
In alternativa, puoi cliccare su "Personalizza" per scegliere quali cookie accettare. Puoi modificare o revocare il tuo consenso in qualsiasi momento cliccando in fondo pagina su "Gestisci il consenso".