Cerca
Close this search box.
  • Home
  • News
  • Trasporto aereo: presto nuove regole e tutele per i passeggeri
25 Marzo 2014

Trasporto aereo: presto nuove regole e tutele per i passeggeri

Consulenza ed assistenza per i consumatori in Europa

Le mancate tutele e soprattutto i mancati risarcimenti dei passeggeri del trasporto aereo sono tra i primi posti tra i diritti calpestati dei consumatori. Per questo l’Europarlamento ha approvato, nonostante sia in vigore il Regolamento 261/2004/CE che stabilisce i risarcimenti in caso di negato imbarco, cancellazione o ritardo del volo, o di overbooking, un progetto di legge nuovo con maggiori tutele per i passeggeri.

 Le nuove regole comprendono:

·         l’impossibilità per le compagnie aeree di negare l’imbarco al passeggero che non utilizzato il volo di andata

·         l’impossibilità per le compagnie aeree di negare l’imbarco al passeggero in possesso di documento di validità a livello nazionale, ma non a livello comunitario (ad es. la patente di guida o altro documento equivalente)

·         il risarcimento di 300 euro per ritardi di più di 3 ore (fino a 2.500 km), 400 euro per 5 ore e 600 euro per 7 ore nei voli interni alla UE

·         il calcolo del ritardo non più dal punto di partenza, ma di arrivo

·         la riprogrammazione dei voli dovrà essere comunicata entro 30 minuti dall’orario iniziale di partenza

·         la presenza di personale della compagnia aerea formato a fornire informazioni ai consumatori, assisterli e raccogliere gli eventuali reclami.

Ora la “palla” passa al Consiglio dei ministri europeo. 

Hai trovato utili queste informazioni?
Aiutaci a condividerle

Facebook
X
LinkedIn
Email
My Agile Privacy
Per offrirti la migliore esperienza di navigazione e per scopi statistici, ECC-Net Italia utilizza tecnologie come i cookie. Cliccando su "Accetta" acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.
In alternativa, puoi cliccare su "Personalizza" per scegliere quali cookie accettare. Puoi modificare o revocare il tuo consenso in qualsiasi momento cliccando in fondo pagina su "Gestisci il consenso".