Cerca
Close this search box.
  • Home
  • News
  • Safer Internet Day 2024: come navigare in sicurezza nelle reti Wi-Fi pubbliche
6 Febbraio 2024

Safer Internet Day 2024: come navigare in sicurezza nelle reti Wi-Fi pubbliche

Consulenza ed assistenza per i consumatori in Europa

Safer Internet Day 2024: come navigare in sicurezza nelle reti Wi-Fi pubbliche

Il 6 febbraio si celebra il Safer Internet Day, la giornata internazionale della sicurezza in rete istituita dalla Commissione Europea al fine di promuover un uso più sicuro e consapevole di Internet e delle nuove tecnologie, in particolare tra i più giovani.

A fronte di un più facile e diffuso accesso ad Internet e alle numerose opportunità che offre, aumenta il rischio per gli utenti, in particolare per i giovani o incauti internauti di imbattersi in situazioni rischiose o spiacevoli inconvenienti. Dalla violazione della privacy, alle minacce informatiche come virus, malware o phishing, la nostra sicurezza è continuamente esposta a pericoli. Basti pensare alla truffa che circolava poco tempo fa sull’app di messaggistica WhatsApp, la quale con un messaggio comunicava agli utenti di aver vinto una carta regalo per viaggiare gratis tutto l’anno con la società di trasporto ferroviario Trenitalia. In realtà, il messaggio conteneva un link che, se cliccato, consentiva l’accesso ai dati dello smartphone dell’utente. Inoltre, l’incremento nell’utilizzo dei social media ha comportato ulteriori minacce, come l’aumento di episodi di bullismo cibernetico, revenge porn, adescamenti sessuali e la diffusione di fake news.

I rischi di connettersi a rete Wi-Fi pubbliche:

I rischi informatici si celano sempre dietro l’angolo, persino nelle attività più banali come la connessione a reti Wi-Fi pubbliche. Non c’è dubbio che il Wi-Fi pubblico offra una grande comodità: è gratuito, di facile utilizzo e particolarmente utile quando si necessita di connettersi a Internet fuori casa. Tuttavia, è essenziale comprendere che le reti Wi-Fi gratuite non sono sempre sicure e che i nostri dati personali potrebbero correre rischi. In particolare, a differenza delle reti domestiche, di cui conosciamo la configurazione e gli utenti autorizzati, collegarsi a reti Wi-Fi pubbliche comporta notevoli rischi, nonostante molte di esse richiedano l’inserimento di una password. Sono spesso vulnerabili a causa di password deboli, configurazioni di sicurezza del router inadeguate e software obsoleti. Per tali motivi, diventano prede facili per hacker esperti, criminali informatici e altri individui che mirano ad intercettare le nostre attività online. Ad esempio, gli hacker possono sfruttare le reti evil twin, creando hotspot (luogo in cui è presente una connessione a Internet aperta al pubblico) finti con nomi presi da bar, biblioteche o altri luoghi pubblici esistenti. Nello specifico, gli attacchi evil twin inducono gli utenti a connettersi a reti contraffatte, consentendo agli hacker di accedere a dati personali come numeri di carta di credito, informazioni bancarie e la cronologia di e-mail o chat. Ecco perché le attività quotidiane, come gli acquisti online o la gestione degli account su reti Wi-Fi gratuite, potrebbero rivelarsi costose in termini di sicurezza. Un altro rischio significativo è l’infezione da malware: l’abilitazione della condivisione di file o il clic su link sconosciuti durante la navigazione in reti non protette può infettare i dispositivi. Da non trascurare sono anche gli attacchi man-in-the-middle, comuni nelle reti Wi-Fi pubbliche. In questi attacchi, gli hacker riescono a intercettare e manipolare il traffico internet tra il cliente ovvero la vittima e il server o router. Questo permette loro non solo di intercettare i messaggi inviati e ricevuti, ma anche di modificarli o fingersi una delle due parti coinvolte. A volte, diventa, però, necessario connettersi a reti Wi-Fi pubbliche, ma per navigare in sicurezza, è fondamentale adottare misure precauzionali, come utilizzare un’app di messaggistica sicura, evitare di inviare informazioni riservate nei messaggi di chat oppure abilitare l’impostazione sui propri dispositivi che comporta la richiesta della propria autorizzazione prima di effettuare la connessione a una rete. Un’altra raccomandazione è quella di installare un software antivirus affidabile e ricordarsi di aggiornarlo periodicamente.

Perché proteggersi con una VPN

Uno dei modi più sicuri per connettersi alle reti Wi-Fi pubbliche è l’utilizzo di una VPN (Virtual Private Network) che crea una connessione di rete privata tra dispositivi su Internet. Grazie ad essa, infatti, è possibile trasmettere dati in modo anonimo e sicuro su reti pubbliche in quanto camuffa gli indirizzi IP (indirizzo univoco che identifica un dispositivo su Internet o in una rete locale) dell’utente e crittografa i dati, impedendo a terzi non autorizzati di leggerli. Alcune delle sue funzioni principali includono proprio la privacy, proteggendo dati personali, l’anonimato, nascondendo l’indirizzo IP per preservare la privacy online e la sicurezza, utilizzando la crittografia per proteggere la connessione Internet dagli accessi non autorizzati e agendo come meccanismo di arresto per ridurre il rischio di compromissione dei dati. Nel caso delle reti Wi-Fi pubbliche, crea un tunnel sicuro tra il dispositivo che si sta utilizzando e il sito web a cui ci si connette, limitando così il rischio che un hacker possa impossessarsi delle informazioni personali. Genericamente, le VPN offrono, dunque, un aiuto fondamentale contro numerose minacce online, ma è importante utilizzarle con consapevolezza e attenzione. Innanzitutto, è fondamentale scegliere un provider affidabile con una reputazione comprovata, prestando attenzione alle recensioni, alle politiche sulla privacy e ai termini di servizio. Prima di utilizzare una VPN, infatti, è opportuno leggere attentamente i termini di servizio per comprendere le politiche del provider riguardo alla privacy, alla conservazione dei dati e alla sicurezza. Altro suggerimento è quello di assicurarsi di utilizzare l’ultima versione del software VPN per beneficiare di eventuali correzioni di sicurezza e miglioramenti. Bisogna prestare attenzione in quanto se si utilizzano più dispositivi, bisogna assicurarsi che la propria VPN supporti e protegga tutti i dispositivi, come computer, smartphone e tablet. Inoltre, è possibile personalizzare le impostazioni della VPN in base alle proprie esigenze, ad esempio, si potrebbe scegliere protocolli di crittografia più robusti. È sempre importante essere consapevoli dei limiti delle VPN e integrarle con altre pratiche di sicurezza online.

Hai trovato utili queste informazioni?
Aiutaci a condividerle

Facebook
X
LinkedIn
Email
My Agile Privacy
Per offrirti la migliore esperienza di navigazione e per scopi statistici, ECC-Net Italia utilizza tecnologie come i cookie. Cliccando su "Accetta" acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.
In alternativa, puoi cliccare su "Personalizza" per scegliere quali cookie accettare. Puoi modificare o revocare il tuo consenso in qualsiasi momento cliccando in fondo pagina su "Gestisci il consenso".